Sicurezza sul lavoro: prioritario avviare un confronto per elaborare un piano territoriale

Sicurezza sul lavoro: prioritario avviare un confronto per elaborare un piano territoriale

Pubblichiamo di seguito la dichirazione del Segretario Territoriale Antonio Perrone in merito all’incidente verificatosi ieri sul cantiere del metanodotto che è costato la vita al giovane operaio Simone Martena:

“L’ennesima tragedia sul lavoro occorsa questa mattina sul cantiere di interconnessione della rete del metanodotto SNAM a Pisignano addolora e lascia attoniti. La Cisl di Lecce è vicina alla famiglia ed esprime il suo sentito cordoglio. Ma il cordoglio non è più sufficiente. Non si può più continuare ad assistere inermi dinanzi a questa strage silenziosa. Occorre mettere in campo una forte azione sinergica tra tutti gli attori Istituzionali, e non solo, per una efficace campagna di prevenzione degli infortuni sui luoghi di lavoro. Servono maggiori controlli , soprattutto sui cantieri dove operano congiuntamente più imprese, e maggiori sanzioni. Chiediamo l’attivazione di un tavolo di confronto, tra associazioni datoriali, organizzazioni sindacali, enti istituzionali preposti (ITL, INAIL, Spesal, ecc), per l’elaborazione di un piano territoriale sulla sicurezza sui luoghi di lavoro.
Chiediamo interventi rapidi e soprattutto incisivi, ormai non più procrastinabili.
Come Sindacato continueremo, tramite le nostre rappresentanze sui luoghi di lavoro, la nostra azione di prevenzione e promozione di una cultura della sicurezza, in collaborazione con INAIL, e quella di denuncia di approssimazioni ed irregolarità. Nel merito, però, nessuno può chiamarsi fuori. Siamo tutti chiamati a svolgere , con responsabilità, il ruolo che ci è assegnato.”

In allegato gli articoli tratti dalla Gazzetta del Mezzogiorno,dal Quotidiano e dalla testata giornalista on- line Lecceprima.

 

Allegati

Categorie:
Condividi l'articolo
Stampa o scarica l'articolo
Print Friendly, PDF & Email