La Cisl di Lecce ha incontrato l’on.Misiani per discutere delle modifiche del Disegno di Legge di Stabilità

La Cisl di Lecce ha incontrato l’on.Misiani per discutere delle modifiche del Disegno di Legge di Stabilità

Nei giorni scorsi, in occasione della visita a Lecce, l’on. Antonio Misiani, deputato del Pd componente della Commissione bilancio e relatore di maggioranza della Legge di Stabilità ha incontrato le parti sociali del territorio per acquisire orientamenti in relazione alle misure previste dall’importante provvedimento di legge.
La Cisl di Lecce ha avuto così l’opportunità di ribadire le riserve e le preoccupazioni che come sindacato ha inteso rappresentare al Governo, che ora conferma all’attenzione del dibattito parlamentare, su molte misure previste nella manovra di finanza pubblica.
All’incontro con l’onorevole Misiani erano presenti Piero Stefanizzi, segretario generale, Antonio Nicolì, segretario aggiunto  della Cisl di Lecce e Luigi Sansò, responsabile economico del Pd provinciale.
Il segretario generale Stefanizzi ha illustrato la posizione fortemente critica della Cisl in relazione ai temi del blocco contrattuale in tutta l’area del lavoro pubblico, delle norme previste sul trattamento di fine rapporto e sulla previdenza integrativa, che generano tassazione aggiuntiva sul lavoro dipendente e che creano le condizione di destabilizzazione di un sistema, peraltro ancora debole, di previdenza complementare.
Il segretario della Cisl di Lecce ha, inoltre, ribadito le preoccupazioni di un ulteriore impoverimento, specie nelle aree del Mezzogiorno, di una ampia parte di popolazione a seguito di una assenza di scelte in direzione della crescita e del lavoro, di una incertezza negli stanziamenti per la copertura degli ammortizzatori sociali e di una carenza di misure che vadano in direzione di un adeguamento delle pensioni, sempre più povere, peraltro escluse, insieme agli incapienti, anche dal provvedimento relativo al bonus fiscale degli 80 euro.
È stato sottolineato, infine, come il taglio ai patronati, presidio di tutela gratuita per le persone, specie quelle più bisognose, si tramuterà in una tassa occulta per i richiedenti delle prestazioni sociali o in una negazione dell’accesso ai propri diritti sociali e previdenziali. L’on.Misiani ha apprezzato  il segno di responsabilità, sia pure nei forti accenti critici, della posizione della Cisl assicurando una attenta riflessione sui rilievi mossi ed ha annunciato che in particolare promuoverà un’azione di modifica di alcune misure su cui la Cisl ha espresso osservazioni, a partire da quelle sul tfr, sulla previdenza complementare e sui patronati.
Nella giornata di ieri l’on. Misiani ha sottoscritto la petizione promossa dai patronati di Cisl Cgil Uil e Acli contro il taglio previsto dal governo nel Disegno di Legge di Stabilità.

Categorie:
Condividi l'articolo
Stampa o scarica l'articolo
Print Friendly, PDF & Email