Cisl e Fai Cisl di Lecce: “Positivo avanzamento sul versante dell’accoglienza, dell’assistenza sanitaria dei migranti impegnati nel territorio leccese nel lavoro agricolo”

Cisl e Fai Cisl di Lecce: “Positivo avanzamento sul versante dell’accoglienza, dell’assistenza sanitaria dei migranti impegnati nel territorio leccese nel lavoro agricolo”

Cisl Lecce e Fai Cisl Lecce hanno preso parte all’odierno incontro del tavolo interistituzionale sul lavoro stagionale in agricoltura nell’agro di Nardò e comuni viciniori istituito presso la locale Prefettura. Lo stesso, come da richiesta avanzata nel corso del precedente incontro, si è articolato in tavoli tematici su accoglienza, assistenza sanitaria, valorizzazione buone prassi.“Positiva la valutazione circa l’avanzamento nei  servizi di accoglienza, assistenza sanitaria, sicurezza ed orientamento al lavoro da attivarsi, a partire dalla prossima settimana, in favore dei migranti che iniziano a confluire presso il campo riallestito presso la Masseria Boncuri – hanno dichiarato Ada Chirizzi, segretario territoriale Cisl Lecce e Gianluigi Visconti, segretario generale Fai Cisl Lecce.“Di rilievo la predisposizione  presso il campo del tanto auspicato servizio mensa, a seguito dell’accordo tra Caritas di Nardò e Regione Puglia, finalizzato a sottrarre un bisogno primario alla gestione di reti non istituzionali, così come avvenuto in passato. Così come pure la riconferma di un servizio di assistenza sanitaria  e sicurezza sul lavoro, nonché del servizio di orientamento al lavoro ed iscrizione nelle liste di prenotazione. Risultati questi positivi,  ma non sufficienti. Occorre un ulteriore impegno sistemico da parte di tutti i soggetti interessati sul versante del  servizio trasporti, da attivarsi a seguito della mappatura degli agri oggetto di coltivazione, e della intermediazione al lavoro. Nel merito abbiamo ancora una volta sollecitato l’istituzione della cabina di regia sul lavoro agricolo di qualità presso la sede provinciale dell’INPS. Tale cabina prevista dalla legge 199, rappresenta, a nostro parere, presidio strategico per l’implementazione della Rete del lavoro agricolo di qualità e per  l’attivazione di  quelle azioni sinergiche, tra istituzioni, parti sindacali e datoriali,  utili allo sviluppo di una agricoltura connotata da sostenibilità e qualità e di filiere eticamente orientate. Per tali ragioni abbiamo recepito  positivamente la disponibilità resa, a conclusione dell’incontro,   dalla locale Direzione INPS  ad attivare la  suddetta cabina di regia entro i primi del mese di luglio”.

 

 

Categorie: ,
Condividi l'articolo
Stampa o scarica l'articolo
Print Friendly, PDF & Email