Convegno

Convegno

Si svolgerà mercoledì 9 marzo (dalle ore 9) presso la Cassa Edile (a Lecce in via F. Scarpa, 4)  un importante convegno sul tema “Il collegato lavoro: conciliazione e arbitrato come opportunità nelle controversie del lavoro”.
Il programma prevede l’apertura dei lavori da parte di Antonio Nicolì, segretario generale aggiunto della Cisl di Lecce. Successivamente previste quattro comunicazioni: dell’avvocato Federico Marinelli “Le nuove norme dopo la legge 183/2010”; di Antonio Lezzi (presidente dell’Ordine dei consulenti del lavoro di Lecce) “Commissione di certificazione, contratti certificati, garanzie”; di Angelo Costantini (della Confindustria Lecce) “Conciliazione e arbitrato: ruolo delle parti sociali” e di Francesco Durante (responsabile ufficio vertenze Cisl di Lecce) “La nuova normativa nel contesto leccese”.
Seguirà la relazione di Gualtiero Biondo (coordinatore confederale uffici vertenze Cisl) sul “Ruolo degli uffici vertenze della Cisl”. Le conclusioni saranno di Piero Stefanizzi, segretario generale della Cisl di Lecce.

“La legge 183 del 2010 – dice Antonio Nicolì -, meglio nota come “Collegato Lavoro”, è ormai in vigore. Le principali novità di una legge che nei suoi 50 articoli dispone una  eccessiva quantità di provvedimenti su argomenti eterogenei, riguardano le norme in materia di controversie di lavoro. Particolarmente rilevante è l’introduzione del nuovo sistema di conciliazione ed arbitrato, quale strumento alternativo di risoluzione dei conflitti sul lavoro in grado di agire con tempestività, abbattendo tempi e costi rispetto al ricorso al giudice del lavoro”.
   “L’azione della Cisl – aggiunge Nicolì -, nella definizione normativa, ha fatto sì che fosse preservato il carattere della volontarietà nell’attivazione di tali strumenti alternativi, resta infatti possibile il ricorso esclusivo al magistrato; che il lavoratore fosse particolarmente tutelato nella fase dell’assunzione e del periodo di prova, nonché nelle controversie per licenziamento; che la regolazione del campo di azione della conciliazione e dell’arbitrato debba avvenire all’interno della contrattazione collettiva. Conciliazione ed arbitrato possono diventare, anche nelle controversie di lavoro, opportunità per vedere riconosciuti i propri diritti in maniera veloce ed efficace, evitando complessi, estenuanti e costosi percorsi giudiziari”.
   “In questo senso la Cisl di Lecce – conclude Nicolì – con l’iniziativa del 9 marzo, anche grazie alla collaborazione dei qualificati esperti  coinvolti, si candida a rafforzare e migliorare l’azione di tutela dei lavoratori che esercita attraverso tutte le strutture categoriali e confederali operanti sul territorio provinciale”.

Categorie:
Condividi l'articolo
Stampa o scarica l'articolo
Print Friendly, PDF & Email