S.s. 275, concluso il tavolo istituzionale convocato a Roma dal Viceministro Teresa Bellanova, Congedo:”Occasione di approfondimento necessaria. Non ci attendiamo miracoli dal Commissario ma vanno battute tutte le strade offerte anche dal Decreto Semplificazioni”

S.s. 275, concluso il tavolo istituzionale convocato a Roma dal Viceministro Teresa Bellanova, Congedo:”Occasione di approfondimento necessaria. Non ci attendiamo miracoli dal Commissario ma vanno battute tutte le strade offerte anche dal Decreto Semplificazioni”

Le parole della Viceministra Teresa Bellanova sullo stato dell’arte della Strada Statale 275, parole che hanno fatto seguito alle delucidazioni tecniche di Anas in merito alle osservazioni ricevute dalla Commissione VIA e alle quali si dovrà ottemperare, gettano finalmente un fascio di luce che non ci fa perdere il necessario ottimismo. I ritardi sulla realizzazione di un’arteria indispensabile per il Salento non possono trovare giustificazione alcuna, anche se è necessario prendere in considerazione la riflessione che l’opera è stata pensata 20 anni fa, quando erano presenti sul tragitto insediamenti produttivi nel settore del tessile, abbigliamento e calzaturiero che adesso non ci sono più. Siamo insomma in un’altra era.
Nessuno attende interventi miracolistici del Commissario che non potranno esserci, è ovvio. Ma la possibilità su cui la Viceministra ha insistito di incrociare il commissariamento con le semplificazioni previste dall’apposito decreto – che snellirà e sburocratizzerà l’iter amministrativo di tutte le opere pubbliche e i relativi bandi di gara – sembra essere una strada da percorrere con il doveroso convincimento da parte di tutti gli attori.
“Esprimiamo un vivo apprezzamento – ha dichiarato al termine dell’incontro Donato Congedo, segretario territoriale della Cisl di Lecceper il fatto che sia stato convocato il partenariato sociale presso la sede del MIMS; si è trattato di un importante momento di aggiornamento con Anas e il Ministero stesso. Siamo certi che la presenza attenta del Viceministro Bellanova e il suo ruolo autorevole possano essere una garanzia per il rispetto dei tempi e ove possibile per l’accelerazione dell’iter per la realizzazione di un’opera di cui il territorio avverte forte bisogno per questioni di sviluppo, di sicurezza e di occupazione”.

In allegato il Comunicato integrale

 

 

Categorie:
Condividi l'articolo
Stampa o scarica l'articolo
Print Friendly, PDF & Email