Il saluto del Consiglio Generale della Cisl di Lecce al Segretario uscente Antonio Nicolì: “La gratitudine è la memoria del cuore”

Il saluto del Consiglio Generale della Cisl di Lecce al Segretario uscente Antonio Nicolì: “La gratitudine è la memoria del cuore”

Bello ritrovarsi qui, oggi, insieme in tanti in questo nostro ritrovo amico. In un luogo in cui ha avuto inizio, nel dicembre 2019, l’ultimo nostro consiglio generale pre-pandemico, alla presenza di Daniela e di Ignazio Ganga.
Da questo luogo oggi vogliamo ripartire, con un momento di partecipazione e di socialità, di quella socialità che ci è tanto mancata. I lunghi, interminabili mesi di emergenza sanitaria ci hanno precluso incontri e abbracci, hanno stravolto i tempi ed i modi della condivisione e della partecipazione, traslandoli nell’universo virtuale.
La pandemia ci ha privati di tante, tantissime cose. Persino della possibilità di condividere, il 19 novembre scorso, l’emozione e la gioia del passaggio di testimone da chi ha inteso, con generosità, chiudere anticipatamente il suo mandato per fare spazio ad una nuova squadra .
Quel giorno lo abbiamo vissuto nel chiuso delle nostre stanze, davanti ad uno schermo cui abbiamo affidato pensieri ed emozioni.
Oggi vogliamo provare a dare ad essi forma, con una modalità semplice e diretta
Con un semplice GRAZIE Antonio!
Grazie: parola molto piccola, ma dal significato enorme.
Grazie per l’abnegazione, la competenza, la forza e la determinazione con cui ci hai guidati in questi anni.
Per il rigore e l’etica che hanno connotato il tuo mandato.
Per l’ascolto che hai sempre riservato a tutti noi ed a ciascuno di noi, per la generosità con cui hai condiviso idee, pensieri, conoscenza.
Per aver agevolato e promosso percorsi di innovazione e di rigenerazione.
I tanti giovani in sala, molti dei quali impegnati in ruoli di grande responsabilità all’interno di federazioni e servizi, ne sono la prova.
E se “la gratitudine è la memoria del cuore”, allora, Antonio, a nome di tutta la struttura, ti dico che ti siamo grati e che quanto con te condiviso e faticosamente costruito sarà custodito nella comune memoria del cuore.

Allegati

Categorie:
Condividi l'articolo
Stampa o scarica l'articolo
Print Friendly, PDF & Email