Riparte il tavolo in Prefettura sul lavoro stagionale in agricoltura e caporalato. Le richieste della Cisl: accoglienza, legalità, lavoro agricolo di qualità, attivazione tavoli monotematici

Riparte il tavolo in Prefettura sul lavoro stagionale in agricoltura e caporalato. Le richieste della Cisl: accoglienza, legalità, lavoro agricolo di qualità, attivazione tavoli monotematici

“La Cisl di Lecce esprime apprezzamento per gli esiti dell’ odierno incontro  del tavolo permanente di coordinamento provinciale sul lavoro dei migranti stagionali in agricoltura istituito presso la Prefettura di Lecce.  Come evidenziato al tavolo, la tempestività ed il coordinamento degli interventi messi in campo dai soggetti istituzionali, dalle parti sociali e del terzo settore, non solo per quanto attiene l’accoglienza dei lavoratori migranti, rappresentano la chiave di volta per una gestione “ordinaria” di quanto in passato è stata inaccettabile emergenza dal punto di vista umanitario, igienico e di ordine pubblico e per un efficace contrasto di possibili fenomeni distorsivi. Per tali ragioni occorre dare tempestivo, contestuale  avvio anche ai tavoli di lavoro sui trasporti, sull’orientamento e collocamento al lavoro, sulla sicurezza, tutela sanitaria, ascolto e assistenza” hanno dichiarato Antonio Nicolì, segretario generale Cisl Lecce e Ada Chirizzi, segretario territoriale Cisl Lecce.  “L’avvio della nuova campagna agricola e l’arrivo dei tanti lavoratori migranti in essa impegnati – proseguono- “pone l’urgenza di un confronto, all’interno del tavolo di lavoro  dedicato, tra soggetti istituzionali, parti datoriali e  organizzazioni sindacali di categoria  sull’annosa e delicata questione della intermediazione al lavoro. Un confronto  finalizzato alla condivisone di azioni positive e di servizi territoriali utili a prevenire e contrastare ogni illegalità ed intermediazione  irregolare ed a favorire lo sviluppo della rete del lavoro agricolo di qualità che registra ad oggi un esiguo numero di adesioni”. “Tale percorso  auspichiamo possa presto intersecare  quello della cabina di regia da istituirsi  presso la direzione territoriale dell’INPS, di cui abbiamo sollecitato l’attivazione. A nostro parere ciò rappresenta l’unico percorso possibile per il conseguimento degli obiettivi fissati dalla legge n. 199 e dal protocollo sottoscritto presso la locale Prefettura” ha dichiarato Gianluigi Visconti, segretario generale della Fai Cisl di Lecce.

 

Condividi l'articolo
Stampa o scarica l'articolo
Print Friendly, PDF & Email