Emergenza acqua nelle case popolari. I sindacati inquilini promuovono sit-in per venerdì 7 luglio e chiedono incontro con il Prefetto di Lecce

Emergenza acqua nelle case popolari. I sindacati inquilini promuovono sit-in per venerdì 7 luglio e chiedono incontro con il Prefetto di Lecce
Riteniamo che sia inaccettabile che si continui inesorabilmente a privare gli Assegnatari di Alloggi Popolari in regola con i pagamenti della fornitura idrica;
Nonostante gli incontri in Prefettura, le intese con AQP e la stessa Regione Puglia siamo nuovamente a denunciare “UN NULLA DI FATTO”.
In questi giorni abbiamo notizie dai nostri associati che nei Comuni di Lecce, Gallipoli, Matino, Nardo’, Veglie e altri Comuni il servizio idrico e’ stato interrotto, nonostante le intese raggiunte nel mese di Febbraio 2017 presso la Prefettura di  Lecce.
L’erogazione idrica viene sospesa oltre che ai morosi colpevoli anche ai morosi incolpevoli, cosi come agli inquilini in regola con i pagamenti.
Oltre a creare un disagio sociale gravissimo, a causa delle alte temperature estive si corre il rischio di creare problemi igienico sanitari.
Nell’attesa della pubblicazione del regolamento relativo all’attuazione del Decreto Ministeriale sulla fornitura minima prevista in 50 litri d’acqua al giorno, CHIEDIAMO che immediatamente venga ripristinata la normale erogazione idrica.
Tanto premesso nella giornata di venerdì 7 Luglio come organizzazioni sindacali degli inquilini terremo un SIT-IN nei pressi della Prefettura di Lecce dove  chiederemo un incontro a sua Eccellenza il Prefetto di Lecce Dott. Claudio Palomba.
Le organizzazioni sindacali
SICET –ALESSANDRO MONOSI
SUNIA-EMANUELA CAPONE
UNIAT-SALVATORE ZERMO
Servizi:
Condividi l'articolo
Stampa o scarica l'articolo
Print Friendly, PDF & Email