FIBA CISL: Un tetto agli stipendi dei manager

FIBA CISL: Un tetto agli stipendi dei manager

Tutto pronto per dare il via lunedì 8 luglio 2013 all’iniziativa “Firma anche tu – Un tetto agli stipendi dei Top Manager” presentata nei giorni scorsi dalla Fiba Cisl (Federazione italiana bancari e assicurativi) durante l’ultimo Consiglio generale della categoria alla presenza di Cesare Sandulli della Fiba nazionale, Antonio Nicolì, segretario Ust Cisl Lecce  e Antonio Perrone, segretario generale della Fiba Cisl di Lecce.
    Durante l’incontro Antonio Nicolì ha voluto sottolineare come tutte le  strutture della Cisl di Lecce saranno impegnate a sostenere l’iniziativa Fiba non per semplice spirito di squadra, ma per ferma convinzione di una battaglia in direzione della democrazia economica e della equa redistribuzione del reddito e contro la irresponsabilità di una “casta finanziaria” che spesso si attribuisce premi per  danni arrecati all’intero Paese e ai lavoratori del settore.
Antonio Perrone, ha  ribadito l’importanza dell’iniziativa che si  inserisce coerentemente come terminale di  un programma strategico che il sindacato da anni ha assunto: come la tassa sulle transazioni finanziarie, la riforma dei mercati finanziari, la previsione di un’autorità nazionale, la partecipazione dei lavoratori alla vita dell’impresa attraverso propri rappresentanti negli organi di vigilanza aziendali. Tutte proposte incentrate su questione distributiva ed equità sociale. Un gran lavoro di squadra e di sinergie, dunque, che vedrà partecipare tutto il Consiglio generale della Fiba e gli iscritti per realizzare  la raccolta delle firme in provincia di Lecce.

L’iniziativa  
      La Fiba Cisl vuole essere protagonista ed attore di una “società più equa, giusta e responsabile”. Anche per questo la proposta di legge, ha avuto il totale sostegno della Cisl (primi firmatari Raffaele Bonanni e Giulio Romani) con i requisiti di equità, sostenibilità e trasparenza.
Le linee principali di questa legge di  iniziativa popolare sono: il limite massimo della retribuzione fissa annua da corrispondere al “top manager” (294.000 euro); il sistema incentivante, subordinato a risultati positivi correlati sia al volume di affari gestiti che in numero di lavoratori dipendenti, non superi il rapporto 1/1, come previsto in Europa (per un totale tra fisso e variabile max di 588.000 euro); abolizione dei bonus in uscita  o altre forma di indennità, obbligo da parte della struttura societaria di stipulare polizze, per un massimale idoneo, per rischi di natura penale e di natura patrimoniale, a  dei danni che il “top manager” potrebbe provoca nello svolgimento dei propri compiti di direzione ed amministrazione.   

Il programma
Da lunedì  8 luglio 2013 ci sarà a disposizione dei cittadini  uno sportello itinerante per i 97 comuni della provincia di Lecce. Saranno allestiti dei presidi mobili nei pressi delle sedi aziendali presenti sul territorio MPS Consorzio, D.G. Banca Popolare Pugliese e Polo ISGS.
Durante i fine settimana dei mesi di luglio ed agosto, verranno allestiti dei gazebo fissi nei comuni  di Lecce, Otranto e Gallipoli, luoghi molto frequentati dai turisti in questo periodo.
Infine, verranno aperte le sedi zonali Cisl di Casarano, Tricase, Galatina,  Nardò,  Maglie e Campi Salentina.

Categorie:
Condividi l'articolo
Stampa o scarica l'articolo
Print Friendly, PDF & Email