Accordo unitario di Rappresentanza e Rappresentatività

Accordo unitario di Rappresentanza e Rappresentatività

La Cisl di Lecce ha avviato la campagna informativa per la promozione dell’Accordo unitario su Rappresentanza e Rappresentatività che proseguirà poi nelle assemblee nei luoghi di lavoro e negli incontri organizzati dalle Federazioni di categoria.
Nei giorni scorsi si è tenuta, infatti, una giornata di studio su tale accordo presso la Cassa Edile di Lecce. Hanno partecipato i gruppi dirigenti delle diverse categorie della Cisl di Lecce e numerosissimi RSU e RSA dei principali luoghi di lavoro del territorio.
 “Il Testo unico sulla rappresentanza del 10 gennaio scorso  – ha spiegato Antonio Nicolì, segretario generale aggiunto della Cisl di Lecce – rappresenta un risultato di grande rilievo per tutto il movimento sindacale confederale. Si tratta di un accordo storico in materia di relazioni industriali per diversi motivi: primo tra tutti la possibilità di definire regole condivise di relazione tra rappresentati e rappresentanza. Si tratta di un modello democratico, partecipato, trasparente ed efficace nelle finalità”.
“Attraverso questo accordo si potrà sapere quanti e quali lavoratori ogni organizzazione sindacale rappresenta e tale misurazione determina il diritto a contrattare e a concludere gli accordi sia in relazione alla contrattazione nazionale che a quella di secondo livello”.
I lavori sono proseguiti con l’illustrazione da parte di Salvatore Castrignanò delle “slides” prodotte dalla Cisl di Lecce, di approfondimento dei contenuti del Testo Unico sulla Rappresentanza.
Castrignanò ha illustrato i quattro aspetti fondamentali: la misura e certificazione della rappresentanza ai fini della contrattazione collettiva nazionale di categoria, la regolamentazione delle rappresentanze in azienda, la titolarità ed efficacia della contrattazione collettiva nazionale di categoria aziendale e le disposizioni relative alle clausole e alle procedure di raffreddamento e alle clausole sulle conseguenze dell’inadempimento e le clausole transitorie e finali.
Il lavoro prodotto è stato messo a disposizione di tutte le strutture per il proseguo nelle categorie e nei luoghi di lavoro della importante campagna informativa.
Allegato: slides

Categorie:
Condividi l'articolo
Stampa o scarica l'articolo
Print Friendly, PDF & Email